31 Luglio 2019

Odontoiatria estetica e cosmetica: ritrovare un sorriso bello e sano

odontoiatria estetica e cosmetica

Cosa sono odontoiatria estetica e odontoiatria cosmetica

L’odontoiatria estetica è quella branca della nostra professione che si occupa di ridare ai denti forme e colori ideali tramite interventi di restauro protesico. Spesso si interseca con l’odontoiatria cosmetica, che presenta però una sostanziale differenza: infatti, gli interventi di odontoiatria estetica sono necessari a causa di problematiche mediche, come fratture dei denti o patologie della bocca, mentre quelli di odontoiatria cosmetica hanno come unico obiettivo il miglioramento dell’aspetto di denti, gengive e degli altri tessuti della bocca.

In sostanza, si può dire che l’odontoiatria cosmetica si occupa di ripristinare l’aspetto dei denti e delle gengive, mentre quella estetica permette di recuperarne anche la funzionalità. Ma quali sono i principali interventi a cui possiamo sottoporci per migliorare l’estetica del nostro sorriso? Vediamoli insieme.

Sbiancamento dentale

Lo sbiancamento dentale è una pratica antichissima, che pare risalga addirittura agli antichi romani. Come è noto, l’obiettivo è quello di rendere i denti più bianchi: ciò può essere fatto semplicemente come trattamento cosmetico, oppure per porre rimedio a discromie severe (ovvero macchie presenti sui denti) che possono essere dovute a traumi o a patologie. 

Lo sbiancamento dei denti professionale si ottiene applicando due sostanze, ovvero il perossido di idrogeno e il perossido di carbammide, che vengono utilizzate a concentrazioni diverse e con diversi tempi di posa, a seconda del tipo di trattamento sbiancante che si effettua e delle esigenze del paziente. 

A contatto con il dente, questi due perossidi rilasciano ossigeno: esso disgrega le molecole dei pigmenti più scuri, riuscendo così a rimuovere le discromie. Lo sbiancamento dentale è una pratica totalmente sicura se realizzata da uno specialista in studio: infatti, non danneggia lo smalto e può essere ripetuta più volte nel corso degli anni se dovesse essere necessario. 

Gli effetti collaterali sono pochi, e durano al massimo per qualche ora: si può avvertire un leggero bruciore alle gengive, se sono entrate in contatto con i perossidi, oppure una maggiore sensibilità dentale al freddo. Questi sintomi spariscono da soli nel giro di breve tempo, ma – se dovessero risultare molto fastidiosi – è possibile alleviarli con dei prodotti specifici, come quelli a base di fluoro. 

La ricopertura radicolare con innesti gengivali

La recessione gengivale è un problema molto comune: si riconosce perché le gengive sembrano ritirarsi e i denti allungarsi. È possibile porre rimedio alla recessione gengivale tramite diverse tecniche chirurgiche, con le quali si va a ricoprire la porzione di radice dentale rimasta esposta.

Ad esempio, è possibile utilizzare del tessuto prelevato dal palato per ricostruire la gengiva che si è ritirata, oppure utilizzare delle membrane di collagene appositamente modellate. A seconda della tecnica utilizzata, i tempi richiesti dall’intervento saranno differenti, così come anche la durata negli anni del risultato finale. I dentisti del nostro Studio sapranno consigliarvi quale metodo è più adatto al vostro caso!

estetica del sorriso

La ricostruzione di denti abrasi o erosi

L’abrasione e l’erosione dentale sono problemi piuttosto comuni che possono insorgere per diversi motivi, come l’utilizzo scorretto dello spazzolino, un dentifricio troppo aggressivo, il consumo di cibi molto acidi, ma anche patologie come il bruxismo, la bulimia o il reflusso gastrico. 

Le conseguenze sono molto spiacevoli sia in termini di estetica che di funzionalità dei denti, ma grazie ai progressi dell’odontoiatria in questo campo, oggi è possibile intervenire con tecniche poco invasive

Nel nostro Studio utilizziamo la “3 step technique” ideata dalla dott.ssa Francesca Vailati, un metodo di ricostruzione della worn dentition (ovvero i denti abrasi o erosi) basato su un approccio conservativo: infatti, tutto il tessuto dentale sano viene conservato e vengono applicati dei restauri adesivi per ripristinare sia la funzionalità che l’aspetto dei denti sani.

Applicazione di faccette dentali

Un altro intervento molto richiesto è l’applicazione di faccette dentali, che servono a correggere sia la forma, che il colore, che la posizione dei denti. Si tratta di sottilissimi petali, spessi circa 0.5 mm, che possono essere composti da diversi materiali; le più utilizzate sono però certamente quelle di ceramica, che sono più resistenti e durevoli. 

L’applicazione di queste faccette è un intervento poco invasivo e che dura poche sedute: anzitutto viene realizzata un’impronta, quindi il medico ed il paziente scelgono la tonalità di colore più adatta per la realizzazione della protesi. Una volta che la faccetta su misura è stata creata, viene cementata sul dente. 

Questo tipo di intervento permette di correggere numerosi difetti, come macchie, ingiallimento oppure uno spazio eccessivo tra i denti. Inoltre, le faccette possono durare anche più di dieci anni se il materiale scelto è di alta qualità e se l’applicazione viene fatta correttamente: per questo è importante affidarsi sempre a professionisti competenti. 

Ritrovare un sorriso bello e sano

A volte può succedere che patologie, traumi o il semplice passare del tempo facciano perdere ad un sorriso la sua naturale bellezza e salute: passate da noi in Studio per un consulto, i nostri dottori saranno felici di spiegarvi quali interventi possiamo realizzare per farvi ritrovare un sorriso bello e sano. 

Ci trovate dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 19.00. Vi aspettiamo!

Resta aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutte le novità dei nostri prodotti e servizi.

Ottobre è il mese della prevenzione dentale, prenota la tua prima visita! Contattaci oggi stesso